Local

Le 25 migliori cose da fare a Roma

today26/05/2024 6

Sfondo
share close

Almeno una volta nella vita bisogna andare a Roma. E se non volete perdervi nulla di ciò che la città ha da offrire, prendete nota di tutti i consigli di questa lista imperdibile.

 

 

Città eterna, museo a cielo aperto, culla della civiltà occidentale, città dei sette colli… Roma ha ricevuto molti soprannomi nel corso della sua storia, ma nessuno descrive la sensazione che si prova camminando per le sue strade, scoprendo i suoi angoli più romantici, gustando la sua gastronomia o ammirando la sua architettura.

Roma non è solo eterna, è infinita. Ogni viaggio lascia la voglia di fare di più, perché sarebbe impossibile coprire la grandezza e la storia di Roma in una sola visita. Pertanto, questo elenco delle migliori cose da fare a Roma è solo un inventario di luoghi comuni per iniziare a scoprire la città, che potrete usare come lista di controllo per il vostro viaggio.

1. Visitare l’interno del Colosseo

L'interno del Colosseo| ©Unsplash

Questo anfiteatro è probabilmente il custode di Roma. È il monumento più visitato della città e le sue gallerie interne sono altrettanto affascinanti per l’occhio quanto le sue pareti esterne delineate da archi e colonne greche. Dalla sua costruzione nel 72 d.C., il Colosseo è stato testimone di innumerevoli storie di gladiatori e combattimenti tra animali, ma queste vi verranno raccontate durante una delle tante visite guidate al Colosseo.

Arrivare al Colosseoper la prima volta è una sensazione meravigliosa, ma non lasciatevi inebriare troppo dalla bellezza di questa enclave e tenete a mente questi consigli per la vostra visita al Colosseo. Come voi, ci sono migliaia di turisti che vogliono accedere a questo monumento e se prima di iniziare il viaggio sapete dove mangiare una volta terminata la visita al Colosseo o come ottenere biglietti economici per il Colosseo, l’afflusso di turisti sarà molto più sopportabile

Ricordate che i biglietti per il Colosseo sono anche biglietti per il Foro Romano e il Palatino e quindi si possono acquistare anche alle biglietterie, anche se le code possono essere interminabili, quindi vi consiglio di acquistarli online.

 

2. Ammirate Piazza San Pietro

Piazza San Pietro in Vaticano| ©Unsplash
Piazza San Pietro in Vaticano| ©Unsplash

La Città del Vaticano è una tappa obbligata a Roma e parlare del Vaticano significa parlare della Cappella Sistina e di Piazza San Pietro. I Musei Vaticani e la Basilica di San Pietro, che presiede la piazza, sono i due punti di riferimento dello Stato più piccolo del mondo.

Probabilmente avrete visto questa piazza di forma ovale circondata da due semicerchi in più di una fotografia aerea; questa è la vista che si ha quando si sale sulla Cupola di San Pietro (l’ingresso alla Basilica di San Pietro è gratuito, ma la cupola no).

Quando visitate la zona (vedi qui per informazioni su come raggiungere il Vaticano dal centro di Roma ), tenete presente che è una delle più affollate di Roma, quindi vi consiglio di prendere nota di questi posti dove mangiare vicino al Vaticano in modo da poter prenotare in anticipo. Ci sono così tante cose da vedere e da fare in Vaticano che dopo una mattinata lì finirete per avere fame.

Ascoltare la benedizione del Papa in Piazza San Pietro

Un’esperienza indimenticabile da fare durante la vostra visita a Roma e alla Città del Vaticano, che siate religiosi o meno, è quella di vedere da vicino il Vaticano e il Santo Padre durante l’udienza papale del mercoledì o la cerimonia dell’Angelus della domenica.

Se volete saperne di più su come potete ascoltare la benedizione del Papa durante il vostro viaggio a Roma, vi consiglio di leggere l’articolo Udienza papale a Roma, dove troverete tutti i dettagli e se siete religiosi, il mio consiglio è chiaro: visitate Roma durante la Settimana Santa.

 

3. Visitate il Foro Romano e il Palatino

Vista aerea del Foro Romano| ©Unsplash

Il Foro era il luogo in cui si concentrava tutta la vita giudiziaria, politica e commerciale dell’antica Roma e oggi è un’impressionante esposizione di resti archeologici attraverso i quali si può intravedere l’essenza di quell’epoca d’oro della città.

Dopo una visita guidata al Foro Romano, si può visitare il vicino Palatino: il più centrale dei sette colli di Roma, da cui si possono ammirare straordinari resti archeologici. Sia le visite guidate al Colosseo che i biglietti per il Colosseo di solito includono l’accesso a quest’area, ma se avete intenzione di visitare anche il Vaticano, vi consiglio di valutare la possibilità di fare una visita congiunta al Vaticano e al Colosseo: ne vale la pena e risparmierete sul biglietto d’ingresso!

Un consiglio: se andate a Roma in estate cercate di arrivare la mattina presto, soprattutto se visitate il Foro Romano con i bambini, perché il caldo potrebbe giocare brutti scherzi.

 

4. Immergetevi nella tradizione e nella storia con una visita guidata del centro

Le strade di Roma| ©Unsplash

Partecipare a una delle visite guidate del centro storico di Roma è una delle idee migliori per girare la città e capire ciò che si vede. Questa è l’esperienza che sceglierei nella maggior parte delle città in cui viaggio perché, lontano dai noiosi tour che ti sommergono di date e fatti storici, i tour di oggi stanno diventando più autentici e hanno una maggiore varietà, come i tour notturni di Roma o i tour fotografici di Roma.

Soprattutto a Roma, dove la tradizione e l’arte sono dietro ogni angolo, una guida specializzata ti insegna ad apprezzare non solo la storia della città ma anche la sua essenza.

 

5. Prendete un gelato davanti alla Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi| ©Michele Bitetto / Unsplash

Roma è nota per le sue fontane e questa è senza dubbio la più emblematica di tutte. Apparirà a sorpresa quando girerete l’angolo passeggiando per il centro storico della città e la prima cosa che vi sorprenderà saranno le sue dimensioni. Questa fontana barocca rappresenta Nettuno e due tritoni ed è nota per la leggenda secondo cui se vi si getta una moneta si tornerà a Roma e se se ne gettano due si troverà l’amore in Italia.

Per me, il modo più autentico di godersela è assaggiare un delizioso gelato italiano sui suoi gradini. Vi avverto che sarà praticamente impossibile farlo durante il giorno, ma se accettate il mio consiglio, fatelo dopo cena, alla fine della giornata e prima di andare a dormire in albergo. Con quasi nessun turista e molto più spazio per sedersi, sarà molto più rilassante e ricorderete questo momento per sempre. Qui vi dirò tutto quello che c’è da sapere per goderne al meglio: Fontana di Trevi: storie, curiosità e cosa vedere vicino alla Fontana ed ecco una lista dei migliori gelati di Roma.

 

6. Ammirare la Cappella Sistina ai Musei Vaticani

Cappella Sistina| ©Unsplash

Il fiore all’occhiello per gli amanti dell’arte è rappresentato dai Musei Vaticani. Opere di Da Vinci, Tiziano, Caravaggio e Raffaello sono solo un piccolo assaggio di ciò che si può trovare nella più grande collezione d’arte d’Europa, presieduta, ovviamente, dalla famosa Cappella Sistina.

La cosa essenziale da sapere prima di organizzare la vostra visita è che potete visitare i musei a vostro piacimento, acquistando i biglietti “salta fila” per i Musei Vaticani, oppure potete partecipare a una visita guidata dei Musei Vaticani.

In ogni caso, vi consiglio di prenotare il biglietto in anticipo, per evitare di aspettare diverse ore. E se pensate che il prezzo dei biglietti per il Vaticano, la Cappella Sistina e tanti altri musei e luoghi di interesse possa essere una spesa che non avete considerato nel vostro budget, vi consiglio di prendere in considerazione l’acquisto della Roma Pass o della Omnia Card. Si tratta di tessere per la visita di Roma e del Vaticano che vi permetteranno di accedere a tutte le attrazioni a un prezzo migliore rispetto all’acquisto separato.

Infine, non dimenticate di tenere conto del codice di abbigliamento richiesto per visitare questi musei. Di questo e di altri consigli per visitare il Vaticano parlo in questo articolo, ad esempio di come evitare le code per entrare in Vaticano. Ecco anche alcuni consigli su come ottenere biglietti gratuiti o scontati per il Vaticano.

Prenotare i biglietti per i Musei Vaticani

7. Salire i gradini della scalinata di Trinità dei Monti in Piazza di Spagna

Piazza di Spagna| ©Daniel Basso

L’enorme scalinata di Piazza di Spagna è un’altra tappa obbligata di Roma. Queste scale collegano la chiesa di Trinità dei Monti con la Fontana della Barcaccia.

Se un tempo erano un luogo d’incontro per gli artisti, oggi sono un punto d’incontro per i turisti che visitano Roma e si fermano per ammirare la bellezza di questo luogo. Prende il nome dalla sede dell’ambasciata spagnola ed è uno dei luoghi più vivaci che vedrete passeggiando per il centro di Roma.

Il mio consiglio personale è di non vedere la piazza solo dal basso. Salite i gradini (da qualche tempo non è più consentito ai gruppi di sedersi su di essi, poiché la folla di turisti blocca la strada ai pedoni) e godetevi la vista di Roma dall’alto. E se state pensando di esplorare la città in profondità e conoscere tutte le sue magiche piazze, prendete nota di questo articolo su Le 10 migliori piazze di Roma.

8. Passeggiata attraverso Piazza Navona

Piazza Navona di notte| ©Gabriella Clare

Questa particolare piazza dalla forma ovale è la preferita di molti romani e turisti. Le quattro fontane che si possono ammirare nella barocca Piazza Navona rappresentano i principali fiumi di Roma. Al centro di tutte si trova la gigantesca Fontana dei Quattro Fiumi progettata dal Bernini, una vera meraviglia dell’architettura.

Durante il giorno, la piazza è piena di piccoli gruppi che visitano il centro di Roma e si fermano a parlare della storia di queste fontane. La sera, soprattutto in estate, gli artisti di strada animano questa piazza che diventa uno dei centri della vita sociale del centro città. Se il tempo lo permette, acquistare una pizza da asporto e gustarla su una delle panchine che si affacciano sulle fontane è semplicemente un’ottima idea.

Non perdetevi i dettagli di ciascuna delle sue fontane e sculture, così come l’imponente facciata della chiesa della piazza. Personalmente, sono un’amante di ogni singola fontana di Roma: in ogni piazza, vicolo o angolo c’è un’opera d’arte sotto forma di fontana. Per questo vi consiglio di leggere questo articolo sulle migliori fontane di Roma, dove scoprirete quali sono le più belle e dove si trovano.

9. Scoprire i Musei Capitolini

Piazza dei Musei Capitolini| ©Unsplash

L’arte di Roma non si esaurisce in Vaticano; i Musei Capitolini, situati in Campidoglio, sono un’altra tappa obbligata per ammirare opere d’arte imperdibili e mitiche come la Lupa Capitolina, la statua equestre di Marco Aurelio, la Medusa del Bernini, il Colosso di Costantino o il Galata ferito.

 

10. Entrate nel Pantheon per ammirare la sua cupola

L'interno del Pantheon di Agrippa| ©Evan Qu

Il Pantheon di Agrippa, situato nel centro storico di Roma, è uno dei monumenti più belli di tutta Roma. Vale la pena di visitare quella che oggi è una chiesa e che in passato era un tempio romano eretto durante il regno di Aurelio e anche di vederlo illuminato al calar del sole. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul Pantheon di Roma.

 

11. Passeggiate nei giardini di Villa Borghese e visitate la sua Galleria

All'interno della Galleria Borghese| ©Unsplash

In una posizione privilegiata si trova il grande tesoro nascosto della città romana: la Galleria Borghese. In questa visita non solo potrete ammirare una delle migliori gallerie d’arte di Roma e splendide sculture classiche, ma anche fare una passeggiata nel polmone di Roma, gli imponenti giardini di Villa Borghese, che sono senza dubbio uno dei migliori parchi di Roma.

 

12. Godetevi la vista dal Gianicolò

La fontana in cima al Gianicolo| ©Wikimedia

Personalmente adoro vedere le città “dall’alto”; una panoramica dei loro tetti e giardini è per me un momento per respirare aria fresca e pensare a quanto si è fortunati ad essere lì in quel momento a godersi il viaggio.

Cisono molti luoghi a Roma con viste meravigliose, ma vi consiglio quella che si gode dall’ottavo colle di Roma: il Gianicolo, situato sopra il quartiere di Trastevere. Oltre al panorama, potrete godere di un’atmosfera rilassata, lontana dal solito trambusto di Roma, con spettacoli di strada come il teatro dei burattini.

 

13. Assaggiate la gastronomia romana

Tipica trattoria romana| ©Marco Calignano / Unsplash

Il cibo locale è un’attrazione in ogni paese, ma in Italia lo è più che altrove in Europa. Un viaggio a Roma solo per la pizza, la pasta e il gelato è un viaggio ben speso, quindi ricordate: mangiate.

Non fatelo di fretta o per strada mentre fate la fila per entrare in un monumento; sedetevi in un ristorante e passate due ore a mangiare, assaggiando ogni piatto, chiedendo allo chef le sue specialità e, se avete tempo, unitevi a un tour gastronomico per scoprire le migliori pizze e le ottime paste di Roma.

Tuttavia, se volete uscire da soli per trovare un buon posto dove mangiare, ecco una lista dei miei posti preferiti dove mangiare e cenare a Roma per incoraggiarvi a provarne qualcuno e, soprattutto, per evitare di cadere nelle trappole che (a volte) la città ha preparato per i turisti.

14. Un aperitivo a Trastevere

Le tipiche strade di Trastevere| ©Unsplash

Una città è anche i suoi quartieri e senza dubbio Trastevere è uno dei quartieri più affascinanti di Roma (per me è il migliore, ma si dice che il gusto non conta…). Passeggiate per le sue strade acciottolate e ornate di edera, visitate i suoi stravaganti negozi di souvenir, cenate in uno dei suoi ristoranti, sedetevi a prendere un gelato nelle sue piazze e scoprite alcuni dei migliori posti dove prendere un aperitivo a Roma.

Trastevere è una Roma diversa e molti dicono la più autentica di tutte. Il modo migliore per vedere tutto ciò che ha da offrire è fare una visita guidata di Trastevere. Prendete anche nota dei migliori posti dove mangiare a Trastevere e di tutto ciò che il quartiere di Trastevere ha da offrire dopo il tramonto.

 

15. Roma di notte

Roma di notte| ©Unsplash

Quando partiamo per un viaggio, spesso ci alziamo presto per far durare il tempo; passiamo tutto il giorno a visitare la città e quando arriva la sera siamo esausti e vogliamo solo tornare in albergo per riposare prima di affrontare la prossima maratona di visite turistiche.

Non lasciatevi tentare. Dedicate del tempo durante la vostra visita non solo per vedere Roma di notte, ma per godervela, passeggiare e contemplare l’illuminazione dei suoi monumenti senza la fretta o la pressione di scattare una fotografia. Ne varrà la pena.

16. Visitare le catacombe

All'interno delle Catacombe| ©Unsplash

Parlando di una Roma diversa, esiste anche una Roma sotterranea, lontana dai turisti e dai monumenti. Sotto la bellezza di Roma si nasconde un labirinto di catacombe romane che si possono visitare con un tour specializzato e che, senza dubbio, vi daranno una sensazione diversa.

Attenzione a non confondere le Catacombe romane con la visita alle Catacombe Vaticane. Sono due cose diverse. Se una di queste due visite vi lascia desiderare di più, vi invito a consultare questo articolo sulle Catacombe di San Callisto e sulle Catacombe dei Cappuccini.

a

17. Esplora altri siti italiani da sogno

Firenze| ©Unsplash

Roma ha molto da offrire al viaggiatore, ma ha anche una posizione privilegiata all’interno della geografia italiana. Ciò significa che da Roma è possibile visitare altre città interessanti, tra le altre, in modo comodo e senza spendere molto tempo per il viaggio:

Firenze

Firenze è la capitale dell’arte: qui si può visitare l’imponente David di Michelangelo e ammirare la Galleria degli Uffizi o l’Accademia. Il Duomo della città è uno dei più spettacolari d’Italia e le sue strade respirano un’aria medievale e classica che incanta tutti i visitatori. Vi ricorda qualcosa? Leggete in questo articolo le migliori escursioni a Firenze da Roma e, se preferite andare per conto vostro, date un’occhiata ai diversi modi per arrivare da Roma a Firenze.

Pompei e Napoli

A sud di Roma, vicino a Napoli e ai piedi del Vesuvio, si trova la città che un tempo fu sepolta dalla lava del vulcano vicino e che si è conservata in modo così speciale da attirare milioni di visitatori ogni anno. Se volete approfittare del vostro viaggio a Roma per visitare Napoli o Pompei e visitarle tutte in un giorno, prendete nota delle migliori escursioni a Pompei e delle migliori escursioni a Napoli.

Pompei è una città che vale la pena visitare da Roma, ma se volete farlo da soli, ecco alcune informazioni su come raggiungere Pompei da Roma e come raggiungere Napoli da Roma.

Intorno a Roma

Se volete fare una gita più breve nei dintorni della città, potete, ad esempio, fare una gita ad Assisi e Orvieto o alla spettacolare Villa dell’Este. Qui vi racconto le mie fughe preferite: 4 posti da vedere vicino Roma.

Esistono anche escursioni giornaliere che vi permetteranno di visitare queste città e altri punti di interesse vicino a Roma che completeranno la vostra esperienza di viaggio nella Città Eterna. Se non siete ancora sicuri di quale destinazione scegliere, ecco un elenco delle più popolari: La top 9 delle escursioni da Roma E tre consigli meno conosciuti: le Terme di Caracalla, una visita a Ostia Antica ed escursioni a Tivoli e Villa Adriana da Roma.

 

18. Scopri tutti i segreti di Castel Sant’Angelo

Immagine del castello| ©Unsplash

Vicinissimo al Vaticano, Castel Sant’Angelo si affaccia sul fiume da uno dei ponti più belli di Roma. Se vi sembra magnifico all’esterno, lo amerete ancora di più all’interno: è super ben conservato e dal tetto avrete probabilmente la migliore vista (e la migliore foto) sia della città che del Vaticano.

Penso di avervi già dato abbastanza motivi per entrare nelle sue mura, ma se avete ancora bisogno di altre scuse, ecco il link all’articolo su come e perché visitare Castel Sant’Angelo.

 

19. Raggiungere la Bocca della Verità

La Bocca della Verità| ©Wikimedia

Per chi non ha visto “Vacanze Romane”: la Bocca della Verità è una maschera di marmo situata nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin (vicino al Circo Massimo) la cui leggenda narra che morda la mano di chi ha mentito. Può sembrare un po’ turistico farsi fotografare con la mano dentro questa maschera, ma la fama mondiale di questo rituale è tale che non poteva mancare nella lista delle cose da fare a Roma.

 

20. Acquistare prodotti locali al mercato all’aperto di Campo de Fiori

Piazza Campi de Fiori| ©Wikimedia

Una nuova opportunità per conoscere un altro lato della città eterna, lontano dai monumenti e dai percorsi turistici. Il mercato all’aperto di Piazza Campo de Fiori conserva l’atmosfera bohémien delle locande medievali che un tempo lo circondavano. Oltre a mescolarsi con la gente del posto, il mercato di Campo de Fiori offre frutta e verdura fresca, souvenir e qualche sorpresa.

21. Sbirciare dal buco della serratura del Giardino degli Aranci

La vista dal

Guardare dal buco della serratura: è davvero una cosa da fare a Roma? Quando vedrete la splendida vista della Cupola di San Pietro da lì, sono sicuro che capirete perché. All’inizio questo era un grande segreto di Roma, ma sempre più visitatori vengono in questi giardini per cercare la famosa serratura e meravigliarsi della sua prospettiva.

E questo è solo uno dei tanti luoghi segreti che la Città Eterna nasconde e che dovrete scoprire poco a poco da soli se volete innamorarvi di Roma. Vi darò una mano e vi lascerò con un elenco di quelli che per me sono i luoghi segreti meglio custoditi di Roma.

22. Girare Roma con l’autobus turistico

Villa Borghese dall'autobus turistico| ©Wikimedia

Mettetevi in questa situazione: è il vostro ultimo giorno in città e avete un paio d’ore per visitare ciò che vi è piaciuto di più e per dare un’occhiata ai vostri luoghi preferiti. Il problema è che a Roma è così difficile scegliere che vorreste vedere tutto in un colpo solo, rifare tutto il viaggio

Forse non potete fare quest’ultima cosa (anche se potete sempre tornare, ricordate), ma l’ultimo sguardo è possibile farlo in modo più globale a bordo di uno degli autobus turistici di Roma con aria condizionata che gireranno i punti principali della città sia per “salutarli” sia per avere un antipasto di tutto ciò che vedrete nei giorni successivi al vostro arrivo a Roma.

È anche un buon modo per risparmiare sui trasporti, perché vi aiuterà a spostarvi da un luogo all’altro senza dover pagare il biglietto dei mezzi pubblici per ogni viaggio.

Utilizzate la metropolitana di Roma

Ovunque si trovi il vostro hotel, probabilmente avrete bisogno di usare la metropolitana a un certo punto del vostro viaggio. In generale, è molto economica e facile: ha pochissime linee che attraversano la città (sembra che scavare il suolo romano sia difficile, dato che ogni volta che si perfora appaiono sempre più reliquie, rovine e importanti resti archeologici) ed è abbastanza veloce e affidabile. Seguite questa guida alla metropolitana di Roma, quindi tenetela a portata di mano!

Altri modi per spostarsi a Roma

Oh, e a proposito di risparmio, se mi permettete un altro consiglio per risparmiare tempo e denaro al vostro arrivo all’aeroporto di Roma, vi consiglio di considerare l’opzione di prenotare in anticipo un trasferimento tra l’aeroporto di Roma e il centro città. Inoltre, vi illustrerò tutte le possibilità per raggiungere il vostro hotel a Roma sia che arriviate a Ciampino che a Fiumicino.

Se siete in crociera nel Mediterraneo e sbarcate al Porto di Civitavecchia per andare a Roma, l’opzione più veloce e comoda per raggiungere la capitale italiana è quella di prenotare un trasferimento privato o condiviso. Vi spiego come nell’articolo Trasferimenti tra il Porto di Civitavecchia e Roma a Roma!

 

23. Partite alla ricerca delle più belle chiese della città

Basilica dei Santi XII Apostoli| ©Agatha Dépine

Quando si inizia a immaginare un viaggio a Roma per la prima volta, si può cadere nella trappola di pensare che Roma sia “solo chiese”. È vero che ci sono molte chiese a Roma, ma passare l’intero viaggio a scoprirle una per una non sarebbe certo il modo migliore per sfruttare al meglio il tempo trascorso in città.

Per questo motivo (e perché, cavolo, è Roma, qualche chiesa la dovete vedere) ho messo insieme un elenco delle chiese più belle di Roma e un altro con le principali basiliche di Roma (vi dirò che una delle mie preferite è la Basilica di San Giovanni in Laterano ). È facile e veloce: io seleziono le migliori per voi, così potete andare sul sicuro e dirvi perché vale la pena visitarle. Non c’è di che!

24. Studiate gli angoli del quartiere ebraico e dell’Isola Tiberina

Ponte dal Ghetto ebraico all'Isola Tiberina| ©Unsplash

Se c’è un luogo che trasmette tranquillità, tradizione e autenticità, è il quartiere ebraico di Roma. Lo troverete nel cuore della città e, sebbene non sia molto grande, è un luogo ideale per fare una passeggiata, prendere un gelato o assaggiare un dolce tipico nelle pasticcerie locali.

Cogliete l’occasione per attraversare il ponte fino all’Isola Tiberina, un luogo bellissimo per ammirare il tramonto dopo una lunga giornata di visite nella città più bella del mondo.

25. Organizzatevi (anche solo un po’) prima di arrivare

Passeggiare intorno al Colosseo| ©Joshua Earle

Una volta atterrati a Roma, non c’è tempo da perdere. La città ha milioni di luoghi da scoprire ed è un peccato passare il tempo a pensare a cosa fare il giorno dopo. Ecco perché vi darò alcuni consigli su come organizzare il vostro viaggio a Roma:

Scegliete bene le date del vostro viaggio

Andate a Roma in inverno, preferite visitarla in autunno o avete intenzione di scoprire la Città Eterna in primavera? Ogni momento è buono per fare questo viaggio, ma a seconda di quando lo fate, la città vi offrirà alcune cose o altre, quindi prendete nota di qual è il periodo migliore per viaggiare a Roma e cosa vedere e fare mese per mese con questo elenco:

 

Stabilite un itinerario giornaliero

Noioso, vero? Beh, lo farò io per voi. Vi dirò esattamente cosa potete (o dovete) fare e vedere quando siete a Roma, a seconda di quanti giorni durerà il vostro viaggio. Per esempio:

 

E se viaggiate con la vostra famiglia?

Beh, vi aiuterò anche io. Eccovi un articolo su cosa vedere e fare a Roma con i bambini in cui potrete scoprire cosa fare per godervi la città se viaggiate in famiglia con i più piccoli.

E se andate a Natale?

Siete fortunati, perché Roma a Natale è ancora più speciale. Anche se le giornate possono essere fredde, le luci, i presepi, le strade decorate e i mercatini di Natale a Roma compenseranno le basse temperature. Non perdetevi tutto quello che potete fare a Roma a Natale.

Scritto da: Connessa

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


0%